INDACO…INDIGO…AÑIL…

GT/ AMBIENTI, COLORI, ERGONOMIA, SINESTESIA

Posizionato tra il colore blu e il viola, l’indaco è un colore elettrico, rinfrescante, astringente.

Secondo alcuni studi il colore indaco sembra essere uno stimolante delle ghiandole paratiroide e funge da inibitore tiroideo: è un depuratore sanguigno; è un tonico muscolare. Questo colore è un notevole catalizzatore delle emozioni e, nei casi di malinconia o depressione, ha la proprietà di tramutare positivamente il nostro umore. 

Si ritiene che l’indaco sia efficace come anestetico e che dopo esser stato fissato per mezzo di lenti colorate per un certo periodo, possa elevare la coscienza a un tale livello di vibrazione da produrre una sorta di distacco dal corpo (è infatti considerato un valido aiuto nelle pratiche meditative ed è associato al sesto Chakra o Chakra del terzo occhio). Chi apprezza il colore indaco è solitamente una persona spiccatamente spirituale ed empatica.

Nelle tonalità più chiare crea un atmosfera rilassante e romantica se, ad esempio, viene utilizzato nella stanza da letto; dona all’ambiente lo stesso effetto del colore azzurro senza risultare troppo freddo.

Le sue peculiarità e i suoi effetti sulla nostra psiche suggeriscono l’uso di questo colore anche in ambienti di lavoro ad esempio delle sale riunioni e può essere utilizzato indifferentemente sia in ambienti esterni che interni grazie alla sua versatilità di accostamento. Creando una relazione con gli odori l’indaco è associato al profumo dell’incenso.

Share this Post

Leave a Comment